Ladri in casa e ladri di case

I ladri in casa, quelli che tutti conosciamo e che fuggono con la refurtiva, non sono l’unico rischio per la sicurezza domestica in Italia

Ecco uno dei modi intelligenti per mettere casa al sicuro e rilassarsi completamente, senza più violazioni di domicilio

Con l’arrivo della tua stagione preferita sei già entusiasta per trascorrere una bella vacanza fuori porta o distante da casa, è una sensazione esaltante, tuttavia, prima di lasciare la tua dimora disabitata, richiedi sempre un controllo delle tue porte di casa e aggiorna le serrature di vecchia generazione con quelle anti effrazione.

Sai perché? E lo dovrai fare almeno ogni 5 o 7 anni…

Perché sono nuovamente aumentati i casi di furti in abitazione e i casi di occupazione abusiva nelle case private degli Italiani, ciò significa che i maghi dello scasso e dei fugaci furti di oggetti nelle abitazioni, seppur attrezzati di grimaldelli moderni e veloci chiavi bulgare, non rappresentano l’unico odierno problema di sicurezza domestica.

Le serrature che non vengono costantemente aggiornate si possono aprire in pochi istanti dalla temuta chiave bulgara intelligente detta anche grimaldello bulgaro magico, da poco tempo anche nella versione che consente l’apertura di molte serrature e cilindri di marchi popolari, seppur installati negli anni recenti.

Purtroppo il dramma è questo, una serratura nuova non è sempre la più sicura, è un attimo cadere nelle mani di installatori generalisti e poco preparati.

Il temuto grimaldello magico è un vero e proprio passpartout automatico che in modo facile e rapido consente ai malviventi di prendere un’impressione, un vero e proprio calco nella serratura, che consente loro di entrare nelle case senza lasciare alcun segno di scasso, anche se suona l’allarme o si attivano le telecamere.

Giusto un esempio, una dimostrazione di una chiave bulgara per serratura doppia mappa in azione; ecco come funziona.

C’è tutto un retroterra culturale che si occupa della psicologia dei malviventi, dei furti in casa, dell’occupazione abusiva, che ha bisogno di essere approfondito un passo alla volta, non può essere trattato un problema così grande in una sola pagina del sito.

Ecco perché alla fine di ogni mio articolo troverai sempre alcuni approfondimenti interessanti e tematiche strettamente correlate con l’argomento scottante della sicurezza antintrusione.

Il problema va spacchettato, è complesso ed occorre abbracciare la complessità per avere la conoscenza di insieme, ecco perché troverai alcuni link di supporto alla fine di ogni pagina o qui a lato in un pratico menù.

Sono spunti correlati che ti aiuteranno ad avere quella chiarezza mentale propedeutica per approcciare correttamente al problema e risolverlo, prima che tu possa incorre in errori che ti faranno bruciare tanti soldini come carta velina.

Detto questo torniamo alla problematica della violazione di domicilio.

Un sistema antintrusione completo, include sempre serrature e serramenti blindati

Senza un sistema antintrusione inclusivo di serrature e serramenti blindati passerai la palla ai ladri che potranno entrare in casa anche con sirene spiegate, sofisticati allarmi e telecamere per la video sorveglianza.

È risaputo e sono ormai diventate migliaia le pagine in internet che ne comprovano la veridicità,

i ladri entrano nelle case anche se suona l’allarme o se sono ripresi da sistemi di videosorveglianza quando scovano le debolezze delle serrature obsolete o di serramenti standard.

Lampeggiante e sirena attiva, ed è tutto a posto“. Questo pensano in molti.

Invece a quanto pare non è così, perché tutti, nessuno escluso, ci siamo abituati al rumore delle sirene degli antifurti, vicine e lontane, che si mescolano inutilmente nel rumore del sottofondo urbano fra urla di persone sclerate, rombi di motori, martelli pneumatici e ambulanze che sfrecciano in tutte le direzioni.

Questo è il suono che echeggia nelle città e nei sobborghi del terzo millennio.

I ladri conoscono perfettamente il nostro adattarsi a questi rumori, ovvero nell’udire gli allarmi per casa e quelli delle automobili ed altri suoni agghiaccianti senza controllare cosa sta succedendo.

Questo atteggiamento inerte e non reattivo è, per per i maghi del furto, un vantaggio enorme e che li porta a commettere effrazioni, intrusioni illecite e furti senza rischio nel venire scoperti.

È molto difficile che un comune cittadino conosca bene la mente e la psicologia dei criminali e del loro modo freddo, opportunista e scaltro di agire.

Le uniche persone esperte di criminologia, della psicologia dietro a furti in casa, lavorano nei settori della sicurezza e dell’intelligence, per questo non va presa alla leggera la tematica di prevenzione alle effrazioni e alle intrusioni nelle abitazioni, fingendosi dei super eroi e sottovalutando l’ancestrale ed ovvia paura dei ladri.

È come chi dice che i film Horror non fanno paura ma fanno ridere, ma è ovvio che costoro stanno mentendo, sono fatti apposta quei film.

Non ci si deve vergognare ad avere paura delle situazioni nuove, ne tantomeno quella dei ladri

Come sosteneva un mio carissimo amico, capitano dei carabinieri:

La paura non è un sentimento o un atto di codardia, la paura è la sicurezza di impegnarsi a fare le cose bene ed è un istinto primario di sopravvivenza instillato nell’uomo dall’alba dei tempi.” 

Questa frase, utile anche in tanti altri ambiti della vita, dovrebbe essere esposta e appesa su un muro della casa, o sul frigorifero (che non è un muro, ma siccome lo si apre tutti i giorni, per questo è utile farlo).

Se ricevi consigli da chi dice di non avere paura di nulla, nemmeno dei ladri, passa oltre perché non è la verità ne tantomeno sono consigli.

Le persone di valore conoscono la paura, e si impegnano a superarla. Quello che conta è imparare a sfondare la paura.

Come in tutte le cose di valore ci vuole la coerenza. Non credi?

Provare paura dei ladri e vedere come superarla è una cosa normale e che genera molte pubbliche relazioni, anche perché dai dati raccolti dal Censis, dalla Confcommercio e da altri enti autorevoli stiamo parlando di numeri importanti raccolti negli ultimi anni.

I casi di furto in abitazione vanno dai 500 ai 700 al giorno e registrano un considerevole progressivo aumento con l’arrivo delle stagioni favorevoli alle gite fuori porta e alle vacanze.

Peccato che tante famiglie scoprono la vulnerabilità degli ingressi di casa troppo tardi.

La paura dell’occupazione abusiva è un altro grande problema, apparentemente nuovo e in continua crescita, viene presentato con chiarezza e con frequenza anche da trasmissioni televisive nella prima serata.

È un problema molto forte e sentito che suscita rabbia e frustrazione quello degli abusivi che occupano le case;

sono persone che si sono arrogate il diritto di essere considerate e trattate da individui, scevri da colpe, ai quali devono essere concesse agevolazioni a prescindere dal loro atto illecito, mentre in verità stiamo parlando con totale cognizione di causa dei ladri di case.

Spero tu sia d’accordo sulle analisi riportate, altrimenti non ha senso nemmeno cominciare a parlare di sicurezza domestica.

Fa molta scena e scalpore questa occupazione abusiva, tuttavia la maggioranza degli italiani non vogliono schierarsi per la giustizia ma appecorarsi con chi sostiene che le colpe vengono soltanto dall’alto e che i singoli cittadini mai potranno far nulla per risolvere autonomamente il problema.

P.s. appecorarsi è un termine non italiano ma di origine anglosassone, gli americani chiamano la gente comune the sheepole, dall’unione di sheep and people, le persone che seguono i dettami del mainstream quindi rappresentando il gregge maggioritario ed obbediente di pecore bianche.

Tieni duro se deciderai di metterti al sicuro dai ladri in casa, specialmente se vivi in un condominio

Abituati e passaci sopra, perché se credi che la tua sicurezza e quella della tua famiglia valgono più di ogni altra cosa e qualsiasi gesto, iniziativa tu decida di intraprendere, autonomamente, per portare alle persone a te care un bene superiore, la cosa si farà personale, la massa di pecore ti si rivolterà contro e riceverai: critiche, ingiurie e offese, come un fiume in piena, dirette alla tua mamma e a tutto il tuo parentato fino alla settima generazione.

Da libero professionista che si occupa dal 1994 di sicurezza ho avuto prove dirette e testimonianze di clienti che sono stati coinvolti da problematiche di occupazione abusiva che sono lente e difficili poi da risolvere.

I retroscena sono a dir poco sconvolgenti, alcune situazioni uniscono l’occupazione con altri reati che coinvolgono i collaboratori domestici, non ultimo, casi di aggressioni da parte di operatori di assistenza all’anziano verso gli anziani stessi.

Non ti pare una vigliaccata prendersela con un anziano indifeso?

Ecco perché è fondamentale stilare contratti veri con i collaboratori domestici e non tutte quelle scorciatoie fiscali che fanno provare il brivido dell’italianità.

Nessuna persona che ha una casa di proprietà merita tutto questo, nessun famigliare, nemmeno qualsiasi amico pennuto o a quattro zampe che è parte integrante e membro della famiglia.

Spesso, durante queste fugaci irruzioni in casa, ove non presenti serramenti e serrature antieffrazione, agli animali domestici reattivi, come ad esempio i cani, rischiano molto e a tanti di loro non spetta un lieto fine.

Erano altri tempi quando ci si azzardava a lasciare la chiave appesa all’esterno sulla porta di ingresso.

Vedi in un mondo ideale, che in ogni caso sarebbe comunque cambiato alla velocità della luce, non ci dovrebbe essere bisogno di sottolineare alla gente queste forti informazioni, non ci dovrebbe essere bisogno, in un mondo ideale, di Michele Bortolotti che cambia le serrature.

Tuttavia la realtà è un’altra ed è tanto distante dal vivere in armonia.

Le soluzioni e le possibilità di vivere più sereni e tranquilli, mettendo in sicurezza la propria abitazione, ci sono, e come diceva il capitano dei carabinieri occorre impegnarsi, perché le stesse forze dell’ordine non possono intervenire istantaneamente in nostro soccorso.

Sai qual’è in realtà la paura secondaria degli inquilini in condominio? Quelli che non si vogliono impegnare e sono contrari alla prevenzione antieffrazione?

Non confonderla con l’invidia o l’indifferenza, è semplicemente la consapevolezza di non voler spendere sapendo di rovinare il lavoro sulla sicurezza che fanno gli altri. Sanno pertanto di rimanere indietro.

Questa ritrosia ad aumentare la sicurezza dei vari ingressi mantiene alta la vulnerabilità alle effrazioni, l’attrazione di ladri che noteranno il basso livello di sicurezza generale nel quale il condominio è rimasto esposto.

I militari invece, come anche le persone capaci di complesse analisi ed i tecnici di professione, sono persone molto responsabili e sono i primi ad essere sensibili alle intrusioni illecite, affermati e fieri genitori premurosi sono proattivi per includere un piano di prevenzione e messa in sicurezza della propria famiglia e dell’abitazione.

Quindi, la questione è solo una, occorre impegnarsi a risolvere il problema dei ladri in casa e ladri di case con la prevenzione messa in atto dalla sicurezza passiva grazie a serrature sicure che bloccano scaltre effrazioni e che siano in grado di far desistere questi predatori nei loro veloci tentativi di intrusione nelle case.

In consulenza privata con me riceverai preziosi consigli su come non farsi fregare quando si necessita di mettere in affitto uno o più appartamenti di proprietà.

Non fare mai l’errore di effettuare il cambio della serratura causa violazione di domicilio. È tardi e devi contattare un legale.

Ladri in casa e ladri di case, si possono prevenire.

Ladri in casa e ladri di case, ora basta!

Lascia i leoni con la pancia vuota, lascia i ladri fuori casa.

Hai presente in natura cos’è il Leone? È un predatore, proprio come i ladri. I Leoni cacciano la preda più debole e meno resistente, mentre abbandonano la caccia quando inseguono una preda in buona salute, per questo occorrono serrature che fanno desistere i predatori.

Ora potrai scoprire il reale punteggio antieffrazione delle serrature di casa tua, senza che ti venga chiesto un passo troppo grande, potrai condividere con me le foto delle tue serrature di casa grazie ad una chat facile e senza rischi di privacy, in pochi passi e con i miei consigli, riceverai una consulenza o un’offerta per effettuare un cambio serrature con quelle più sicure.

Per formarti un’opinione troverai tutto ciò che ti occorre nell’apposita pagina dei contatti.

Ti aspetto per un confronto totalmente rilassato e senza pressioni, senza parole difficili tipiche del gergo di settore in modo che potrai essere in grado di spiegare la soluzione anche ad un bambino che ha da poco imparato a scrivere e leggere, magari a tuo figlio, così da riconfermarti l’eroe di casa.

Alla prossima lettura, e ricordati… possiamo impegnarci a fermare i ladri in casa e i ladri di case prima che sia troppo tardi. Michele Bortolotti.

Altre risorse importanti

Cosa succede a livello psicologico dopo un furto, vai subito all’articolo.

Taggato , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono chiusi.